Tag : marketing

I principi del design e la teoria della Gestalt.

“L’insieme è più della somma delle parti.”

 

Come percepisce e interpreta la nostra mente i prodotti della comunicazione.

Prima di parlare di design, comunicazione e forme di marketing, definiamo al meglio (o cerchiamo di farlo) il termine della percezione. La percezione è un processo dal quale riconosciamo, organizziamo e attribuiamo un significato alle sensazione che derivano dagli stimoli ambientali e visivi,  padre di una delle teorie più influenti della storia della percezione è la Gestalt.

Negli anni ‘ 20 nasce il movimento berlinese della Gestalt (o psicologia della forma) che cerca di capire secondo quali processi la mente umana riesce a unificare singoli elementi come forme, caratteri, colori e interpretarli come un unico messaggio.

In che modo il nostro lavoro influenza la percezione del nostro target?

Come viene percepito e interpretato il design?

Come reagisce la nostra mente?

Quello che la Gestalt cerca di dirci è che la percezione non avviene attraverso sensazioni ma è un processo regolato da leggi innate in un sistema di significati più complessi presenti nel nostro sistema nervoso dividendo la percezione in due fasi importanti:

  1. analisi della forma;
  2. elaborazione cognitiva.

Attraverso quali meccanismi la mente percepisce unitariamente elementi che in realtà sono separati tra loro? Alcuni principi definiscono e dividono al meglio le due fasi della Gestalt.

Semplicità.

La nostra mente tende a percepire le cose nella loro forma più semplice. Singoli elementi percepiti singolarmente non hanno alcun significato, eppure la nostra mente unificandoli nel modo più semplice, le consegna una forma, un significato.

Figura / Sfondo.

 

È uno dei principi più affascinanti della comunicazione. Esso spiega come alcuni elementi nella comunicazione visiva vengono percepiti in primo piano e altri come sfondo in secondo piano quando in realtà sono sulla stessa asse. Questo principio cammina a pari passo con altri due: il principio di Area e quello di Conversità. Il primo è il principio di come la mente percepisce l’oggetto più piccolo della composizione come in primo piano e l’oggetto più grande come sfondo, il secondo è la percezione degli elementi convessi associati alla figura e quelli concavi allo sfondo.

 

Vicinanza.

Il principio che si trova alla base della crenatura del testo, cioè le lettere più vicine non vengono percepite come singoli elementi ma come un’unica parola, quindi più elementi vicini tra loro vengono percepiti come appartenenti allo stesso gruppo.

Uguaglianza.

Esso è il principio che si trova alla base della gerarchia del layout, un’impaginazione perfetta permette di distinguere quali sono i titoli, sottotitoli, didascalie e testi. Gli elementi con caratteristiche comuni e quindi forme, colori, peso, vengono percepiti come appartenenti allo stesso gruppo.

Destino Comune.

È il principio per il quale la mente percepisce come unico gruppo tutti gli elementi che sembrano muoversi nella stessa direzione. Esso cammina a pari passo con il principio di prossimità (vicinanza tra gli elementi) e quello di somiglianza (stesso colore, peso, dimensione e aspetto).

Simmetria.

Composizioni pur composte da due elementi separati e diversi come una mezza ruota e un mezzo tombino, disposti in modo simmetrico, vengono percepiti dalla nostra mente come un unico cerchio senza alcun problema.

Parallelismo.

Un po’ come nel caso del principio di destino comune, la mente legge elementi uniti tra loro con la stessa inclinazione, la stessa disposizione pur avendo stili, colori, forme e aspetti diversi.

  

Continuità.

La percezione avviene in modo più rapido ed efficace quando le linee sono continue, senza interruzioni formando una composizione unica, costringendo la nostra mente a seguire quella linea continua visibile e a volte non, per completare la composizione.

Forma chiusa.

Questo è, a mio avviso, uno dei concetti più affascinanti sviluppati dalla teoria della gestalt. Viene affermato, infatti, che l’occhio umano tende a completare (e quindi a “chiudere”) gli spazi vuoti e quelli rimasti aperti, soprattutto quando le linee vanno a tratteggiare o abbozzare forme a noi familiari. In un contesto grafico, riuscire a far intuire determinate forme può risultare essenziale nel veicolare il destinatario verso il messaggio che si vuole comunicare.

  

Connessione.

Pensate alle infografiche: frecce, linee ed elementi grafici permettono di unire elementi diversi e farne percepire il collegamento. Gli elementi connessi tra loro vengono percepiti come unico gruppo, una singola linea può dare unità e continuità e coesione visiva anche ad elementi separati tra loro.

 

La Gestalt in base alle sue leggi e ai suoi principi, motiva tutte le caratteristiche che definiscono il loro mantra ” l’insieme è più della somma delle parti “. La teoria della Gestalt è molto importante per far recepire in modo semplice ed immediato il messaggio che si vuole comunicare. Presi singolarmente alcuni elementi sono privi di significato mentre uniti e raggruppati formano un insieme funzionale.

In conclusione, nulla va lasciato al caso. Ogni elemento disposto in una determinata posizione, inclinazione, aspetto, forma, colore e stile, deve essere pianificato e studiato per dare il giusto valore comunicato al nostro progetto.

La psicologia dei colori nel marketing

Ma davvero i colori influenzano le nostre azioni sul web? E in che modo?

 

Uno degli aspetti più interessanti nel marketing e allo stesso tempo controversi  è la psicologia dei colori e la loro relazione con la persuasione.
Abitualmente, e senza farci caso, veniamo attirati e ammaliati da siti web, loghi che presentano grafiche  accattivanti, con colori più o meno accesi, che ci portano alla fase di acquisto di un prodotto o ci inducono a compiere una determinata azione.

Vi siete mai chiesti il perché?

La scienza ci insegna che il colore non è altro che un’elaborazione visiva generata dai segnali nervosi che i fotorecettori della retina inviano al cervello. La percezione visiva è quindi creata a tutti gli effetti dal nostro cervello e come tale è capace di provocare risposte emotive ed atteggiamenti psicologici diversi.

Sin dagli albori studiosi, artisti, psicologi si sono dedicati allo studio dell’influenza dei colori sull’uomo.

Giusto per citarne qualcuno, Vasilij Kandiskij pittore russo, nelle sue opere espone le sue teorie sull’uso del colore intravedendo un nesso tra l’opera d’arte e la dimensione spirituale, affermando che l’anima e l’arte si influenzano a vicenda.

 

Alcuni Cerchi” dipinto olio su tela (140,3×140,7) – Vasilij Kandinskij

Il colore può avere due possibili effetti sullo spettatore: un “effetto fisico”, superficiale e basato su sensazioni momentanee, determinato dalla registrazione da parte della retina di un colore piuttosto che di un altro; un “effetto psichico” dovuto alla vibrazione spirituale attraverso cui il colore raggiunge l’anima.

 

Cosa sostiene la psicologia del colore?

Il colore è una sensazione che viene recepita dal cervello e che ha effetti sul nostro organismo e soprattutto sul nostro atteggiamento psicologico.

La nostra tavolozza cromatica personale dipende dal modo in cui percepiamo i colori esterni e da quali concetti emozionali gli associamo inconsciamente, sia sulla base del nostro vissuto personale, sia sulla base del contesto culturale in cui viviamo che ci influenza più o meno direttamente.

 

I poteri dei colori nel marketing.

Appurato che le emozioni giocano un ruolo fondamentale nella comunicazione,  la scelta del colore è importante in quanto è in grado di influire sull’attrazione dell’utente verso il nostro sito che a sua volta lo induce a compiere una determinata azione.

In fase di progettazione di un sito web è indiscussa la possibilità di indirizzare, attraverso l’uso di elementi visivi, la volontà di comportamento, azione o acquisto, del cliente verso un certo prodotto o altro.

Un’alta percentuale di consumatori dichiara che il colore, che cattura la loro attenzione,  è l’elemento principale che veicola il primo acquisto.

 

Qual è il colore adatto per il nostro sito web?

In fase di progettazione del sito web e del web design la scelta dei colori da utilizzare diventa una fase delicata, perché nell’80% dei casi il colore sarà il primo elemento che catturerà l’attenzione dell’utente e  trasmetterà l’identità del brand.

La relazione reale fra l’uso di colori e la percezione dei clienti sulla personalità del brand esiste.  Ma è importante che i colori scelti rispecchino e supportino la personalità del brand.

A tal proposito una lettura molto interessante e di spunto, per professionisti e non, è “ Neuromarketing e scienze cognitive per vendere di più sul web” di Andrea Saletti, incentrato sulla psicologia, stimoli sensoriali,  meccanismi cognitivi e processi decisionali che influiscono notevolmente nella comunicazione e nel marketing. Insomma un libro sulla comunicazione, ma non nel senso convenzionale del termine.

È proprio in merito alla scelta del colore per il sito web che l’autore elenca  le caratteristiche principali dei singoli colori e i consigli in chiave comunicativa.

Giusto per elencarne qualcuno:

 

Rosso

E’ un colore eccitante e stimolante. Evoca sentimenti di passione, potenza, in alcuni casi rabbia. Utilizzato come sfondo di messaggi di avviso e pericolo, ma può anche suggerire forza, determinazione, audacia.

Tonalità di rosso più calde come il color mattone o l’amaranto sono profondi e confortanti, ottimi se utilizzati in contesti di design che vogliono esprimere qualità come stabilità, compattezza, solidità di struttura.

Arancione

L’arancione è un colore più equilibrato ma allo stesso tempo accogliente e invitante, ideale per i design che necessitano di movimento e vivacità. Colore ideale se con il tuo sito vuoi trasmettere una percezione di creatività.

Giallo

Il giallo è il colore più vitale in assoluto. È il colore, allegro, luminoso, intenso.  Risulta perfetto per i siti web progettati per i bambini perché in grado di calamitare la loro attenzione ed eccitare i loro sensi.

A seconda delle tonalità, però può evocare associazioni emotive più complesse. La carta invecchiata  o le pergamene sono ingiallite dal tempo, per questo le versioni più opache risultano ottime se utilizzate in siti web che vogliono comunicare autorità, arte, saggezza e intelligenza.

Blu

Il blu è la rappresentazione in termini di colore dei concetti di etica, affidabilità e sicurezza. È il colore del cielo, dell’infinito, oltre a trasmettere sensazioni di calma e pace ha un legame diretto con il pensiero spirituale. La maggior parte dei siti aziendali e di business utilizzano il blu scuro per richiamare alla memoria la loro esperienza, il loro successo, la loro affidabilità. Gli azzurri sono perfetti per progetti in cui enfatizzare il rapporto informale e di amicizia con l’utente, non a caso molti social media ne fanno uso.

 

E il tuo sito di che colore è… ?

Se stai pensando di realizzare il tuo sito web non sottovalutare questo aspetto, perché i colori  possono influenzare lo stato d’animo e la percezione del tuo sito da parte degli utenti che lo visitano.

 

Fonti: “Neuromarketing e scienze cognitive per vendere di più sul web” A.Saletti.

NOVE ZERO DUE | Restaurant, Lounge Bar & Beach Resort

Il nuovo sito web online.

 

CALDO più ESTATE = VACANZE!

E qual è il modo migliore per decidere dove andare, quale spiaggia visitare e dove gustare piatti semplici e delicati?

 Aprire Internet e visitare i siti web che Google ci suggerisce!

 E a tal proposito anche il NOVE ZERO DUE | Restaurant, Lounge Bar & Beach Resort, la struttura che sorge sulla costa Ionica a Crotone, ha deciso di affidarsi alla nostra web agency ESJ Factory per realizzare il nuovo sito web capace di fornire all’utente un’esperienza di navigazione di valore.

sito-nove-zero-due

 

Elegante e raffinato, dall’architettura semplice e intuitiva.

La navigabilità tra i contenuti  è chiara e facilmente consultabile e consente all’utente di  esplorare tutti i servizi offerti.

La grafica essenziale è stata pensata per mettere in risalto la bellezza della struttura e della suggestiva location con l’utilizzo di immagini che evocano la ricchezza paesaggistica del luogo.

Inoltre è un sito web responsive in grado di adattarsi automaticamente alle dimensioni di ogni dispositivo desktop e mobile.

Possiede tutti i fattori che caratterizzano un sito web di ottimo livello:

  • Comunicazione efficace;
  • Usabilità web,
  • Codice corretto;
  • Grafica responsive.

 

Non vi resta altro che programmare le vostre vacanze e far visita al NOVE ZERO DUE.

www.novezerodue.it

 

P.s. E per chi ancora non ha realizzato il sito web della propria attività, il team di ESJ, ti aspetta con tante proposte creative e originali.

Entra in contatto con noi.

Buone vacanze!